La carta da parati si afferma ormai da un paio d’anni come un must del design d’interni. Decori astratti, fantasie naturali, effetti ottici, paesaggi, gigantografie, forme e geometrie chi più ne ha più ne metta .. ma quale utilizzare?

 

Stile Vintage

Sicuramente oggi sta andando sempre di più una carta da parati in pieno stile vintage che richiama gli anni ‘70 ,quindi via al gioco di geometrie e colori che variano da effetti più forti e di carattere ad effetti meno marcati. Per chi ha nostalgia del passato questa scelta potrebbe essere una delle migliori. L’unico consiglio che vi do è di non azzardare troppo, essendo motivi di carattere importante creano già di per sè un arredamento dando vita a stanze piene di fantasie lineari e colori forti nella maggior parte dei casi.

Stile floreale

Per chi non amasse molto linee così decise può sempre andare su wallpaper con  texture che richiamino la natura, dai suoi elementi come effetti marmo, effetto legno effetto metallo.. fino ad arrivare a veri e propri stili floreali, ultimamente molto gettonati.

La nuova tendenza di arredo tropicale entra nelle nostre case. Non è più solo una questione di piante , ma un vero e proprio stile di arredamento e di tendenza della carta da parati che in questo ultimo anno ha preso sempre più piede. Animali selvaggi e piante tropicali invadono le nostre case. Cosa ne pensi? troppo azzardato o se studiato bene dona alla tua casa uno stile in puro design di tendenza?

Stile  decorative

Non mancano forme astratte che rendono l’ambiente molto elegante oppure contrariamente vere e proprie immagini creando così  opere d’arte racchiuse in parete, o ambienti di prospettiva utili per ingannare l’occhio sugli spazi .

Le prime sono molto più versatili e si possono adattare ad ogni tipo di stanza o ambiente, non avendo figure precise e ben definite risultano molto eleganti e facilmente adattabili creando ambienti eleganti.

Contrariamente alla carta da parati 3d che devono essere ben studiate e progettate in ambienti particolari. Lo scopo principale è quello di creare prospettiva confondendo le profondità.

Carte da parati in bagno

In questi ultimi anni si sono sviluppate nuove tecniche in grado di garantire il prodotto anche in zone umide come cucina e bagno , pensate che possono essere posate anche all’interno della doccia o sopra una vasca da bagno senza avere nessun tipo di problema in futuro.

Questo sistema viene chiamato wet system e molte aziende come ad esempio la Wall & Decò sta vendendo sempre di più carte da parati studiate per ambienti umidi.

Pensiamo di entrare in un bagno dove abbiamo una grande doccia dove al suo interno in tutta parete abbiamo una carta da parati decorativa che viene racchiusa dal vetro doccia come un quadro. Oppure un antibagno, anche piccolo ,che al posto di essere anonimo spicca grazie a un gioco di colori dato appunto da una bella carta.

Insomma con la carta da parati possiamo dire di creare ambienti suggestivi che lasciano proprio il segno!

Lasciati ispirare dai nostri designer, ti aiuteremo con nuove idee di progetto a realizzare tutti i tuoi sogni.

Martina Peresson

Author Martina Peresson

Martina Peresson è Interior designer e si occupa dello Studio e progettazione di ambienti residenziali e commerciali. E' l'Art Director e fondatrice di Arkitect ™.

Altri Articoli di Martina Peresson