Quando si deve scegliere il top di una cucina si combatte sempre tra estetica e funzionalità. Ci sono materiali esteticamente più belli ma meno adatti per un piano cucina e viceversa pianali fatti di materiali più resistenti ma che incontrano meno il nostro gusto personale.

In questo articolo andremo ad analizzare tutti i materiali utilizzati per i top cucina soffermandoci sulle loro caratteristiche.

Legno : per un effetto naturale

Il top in legno regala sicuramente un’atmosfera calda e naturale alla nostra cucina.

Rende il piano cottura unico e particolare ma molto delicato. Come per i pavimenti in legno anche per un piano cucina bisogna avere un occhio di riguardo. Trattato con oli e cere dedicate è molto sensibile ai graffi a schizzi d’acqua e sbalzi di calore. E’ consigliabile scegliere top in legno trattati ad alte temperature i quali risultano maggiormente resistenti. I legni più adatti sono il Rovere, il Noce e il Frassino.

Sicuramente rientrano nella fascia più costosa, appunto perchè risulta un materiale naturale.

Pulizia

Per pulire un top cucina in legno è consigliabile inumidire un panno con acqua calda o tiepida e assicurarsi di asciugare bene ogni sua parte dopo il lavaggio. un mantenimento periodico con oli e cere aiutano a salvaguardare il legno.

Top cucina in legno

Laminato: compromesso tra estetica e funzionalità

Per chi cerca un buon compromesso tra l’estetica e la funzionalità il top cucina in laminato rappresenta sicuramente la scelta più adatta. Sempre di più utilizzato nelle cucine moderne grazie al suo modo di essere versatile e avere un ottimo rapporto qualità prezzo. Il pianale in laminato possiamo trovarlo sotto forma di diverse texture come un effetto legno, un effetto pietra o finiture più materiche, in questo modo si adatta a qualsiasi cucina abbiamo scelto.

Pulizia

Non richiede particolari attenzioni, basta utilizzare un detersivo neutro diluito con acqua. E’ sempre meglio evitare l’utilizzo di pagliette e detersivi aggressivi.

Top cucina in laminato

Hpl , materiale innovativo

I top cucina realizzati in Hpl vengono creati per limitare al massimo i danni causati dall’acqua, dal vapore e dai graffi, in più sono antibatterici.

E’ l’evoluzione del laminato, un materiale ottenuto grazie ad un processo di alte pressioni ad alte temperature. Come caratteristica principale spicca l’assoluta impermeabilità, resistente ad oli e ad alte temperature, oltre i 180°. Sicuramente rappresenta uno dei top cucina più funzionale e meno delicato.

Anche in questo caso abbiamo una vastità di scelta nelle finiture, oltre al fatto che l’ Hpl permette di creare la vasca del lavello integrato, quindi stesso materiale sul fondo e sul lato della nostra vasca cucina.

Pulizia

Non utilizzare sostante abrasive. Detersivi comuni per l’igiene della casa sono più che sufficienti. Usare spugne morbide e in caso di sporco resistente spazzola morbida, con setole in nylon.

Top cucina Hpl

Fenix il nuovo prodotto tutto da scoprire !

Rappresenta un nuovo prodotto per i top cucina, anche lui come l’Hpl deriva dai laminati. Trattato con resine acriliche di nuova generazione dall’aspetto opaco, caratteristica estetica principale, simile al Corian.

Capace di ripristinare i micrograffi, è antimpronta, morbido al tatto, idrorepellente e resistente a muffe. Possiamo dire che è a tutti gli effetti il materiale più innovativo e funzionale che c’è sul mercato.

Infatti non rientra in una fascia di prezzo molto economica, ma sicuramente di grande qualità.

Attenzione però alle fregature, perchè un top cucina in Fenix per essere di gamma alta deve essere bordato in tutti i suoi lati per mantenere al meglio le sue caratteristiche.

Pulizia

Panno inumidito con acqua e detersivo neutro. Non utilizzare prodotti abrasivi o spugnette metalliche .

Top cucina Fenix

Okite

Anche l’Okite come il legno rappresenta per il top cucina un elemento naturale, costituito dal 93% di quarzo, uno dei materiali più resistenti , a cui si aggiungono pigmenti naturali e resine.

La sua caratteristica principale è la resistenza, maggiore anche rispetto al marmo e al granito. Facile da mantenere e pulire. E’ resistente ai graffi, al calore e alle macchie. Ampia scelta su colori e texture, materiale versatile e adatto ad ogni ambiente.

Pulizia

Pratico e resistente a qualsiasi macchia, anche le più aggressive come caffè, olio e limone.

Top cucina Okite

Acciaio: se ami una cucina industriale

Se ti piace uno stile industriale o se sei appassionato di cucina come un grande Chef il top cucina in acciaio calza proprio a pennello!

E’ il materiale più igienico che ci sia in commercio, resistente al calore a urti e macchie, attenzione però ai graffi che vengono messi in evidenza molto facilmente, ma  il vissuto di questo materiale lo rende ancora più bello. Se ami l’acciaio ma sei maniacale sui graffi potresti porre dei pianali in legno vicino a fuochi e zone di taglio in modo tale da preservare il più possibile la parte.

Pulizia

Richiede una pulizia abbastanza scrupolosa, se pur facile da pulire grazie alla sua superficie liscia, bisogna stare molto attenti a passare bene prodotti specifici sopratutto per non lasciare impronte in giro.

Top cucina acciaio

Ora oltre alla parte estetica sai riconoscere le caratteristiche di un top cucina anche a livello funzionale. In questo modo potrai progettare nel modo corretto la tua cucina senza tralasciare alcun dettaglio.

 

Chiedi consiglio ad Arkitec, un Interior designer sarà a disposizione per progettare insieme a te la tua nuova cucina (clicca qui)

Martina Peresson

Author Martina Peresson

Martina Peresson è Interior designer e si occupa dello Studio e progettazione di ambienti residenziali e commerciali. E' l'Art Director e fondatrice di Arkitect ™.

Altri Articoli di Martina Peresson